Dall'Ue alla Cina tutti contro i dazi di Trump - DIRE.it

Mondo

Dall’Ue alla Cina tutti contro i dazi di Trump

ROMA – La condanna della Cina di “un provvedimento unilaterale”, l’annuncio dell’Ue di “contromisure” a difesa dei propri “interessi”: sono alcune delle reazioni all’annuncio di Donald Trump su nuovi dazi sull’import di acciaio e alluminio negli Stati Uniti. In una nota diffusa oggi il governo di Pechino ha ammonito Washington a utilizzare “cautela nell’uso degli strumenti commerciali protezionistici”. Secondo il portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying, “tutti i Paesi dovrebbero fare sforzi congiunti per cooperare nella soluzione dei problemi invece di adottare misure restrittive in modo unilaterale”.
Ad annunciare “reazioni proporzionate” a tutela degli “interessi” dell’Ue e’ stato invece gia’ ieri sera il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. “La Commissione – ha annunciato l’ex primo ministro di Lussemburgo – presentera’ una proposta per ottenere contromisure presso l’Organizzazione mondiale del commercio con l’obiettivo di ribilanciare la situazione”.
Ieri Trump ha annunciato l’intenzione di introdurre dazi del 25 per cento sull’acciaio e del 10 per cento sull’alluminio. Dal punto di vista giuridico, la copertura sarebbe fornita da una legge del 1962 che consente alla Casa Bianca di limitare le importazioni in presenza di “una minaccia alla sicurezza nazionale”.

2 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»