C’è l’accordo, Calenda annuncia la sospensione dei licenziamenti in Embraco

ROMA – “È stato raggiunto l’accordo per la sospensione dei licenziamenti”. Lo riferisce il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda al termine dell’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico sulla vertenza Embraco. Così si avrà “il tempo per operare una reindustrializzazione su cui Embraco e Whirlpool si sono impegnati e si impegneranno anche economicamente. In questo periodo i lavoratori prenderanno lo stipendio pieno, non ci sarà il part-time o riduzione di orario e questo avverrà a carico dell’azienda”, spiega il ministro.  

“Abbiamo messo in sicurezza l’accordo prima delle elezioni, lo dovevamo ai lavoratori”, commenta Carlo Calenda dopo l’intesa raggiunta sulla vertenza Embraco, dicendosi soddisfatto.

“Abbiamo messo in campo Invitalia- spiega- anche con il nuovo fondo contro la delocalizzazione deliberato dal Cipe, se e nel caso la nuova reindustrializzazione non avvenisse entro il periodo in cui i licenziamenti sono sospesi. Non riteniamo che questo possa accadere e quanto concordato è un paracadute in più che fino a ieri non c’era per gestire questi casi di delocalizzazione”.

L’obiettivo, prosegue, “di fermare, sospendere i licenziamenti è stato raggiunto, ora è importante trovare rapidamente una reindustrializzazione”, mentre continua “il pressing già in corso, a livello europeo, contro le delocalizzazioni. Il problema non è solo Embraco- dice Calenda- ma di tante aziende, quindi molto più ampio. Noi vogliamo vederci chiaro sull’utilizzo dei fondi strutturali e sugli aiuti di Stato“.

GENTILONI: SOSPESI LICENZIAMENTI, OTTIMO LAVORO CALENDA

“Embraco sospende i licenziamenti. Un accordo importante per centinaia di lavoratori. Ottimo lavoro di Carlo Calenda #Mise”. Lo scrive su twitter il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

2 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»