All'aeroporto di Bologna non arriva il liquido antigelo. Voli in ritardo e passeggeri infuriati

Emilia Romagna

All’aeroporto di Bologna non arriva il liquido antigelo. Voli in ritardo e passeggeri infuriati

BOLOGNA – La fornitura di liquido sghiacciante non è arrivato in tempo. E così l’aeroporto Marconi di Bologna questa mattina è stato costretto a ritardare o cancellare alcuni voli, per colpa del gelicidio. Lo si legge sulla pagina Facebook dello stesso scalo. “A causa della mancata consegna di liquido de-icing per aeromobili da parte del fornitore- spiega il Marconi- e dell’eccezionale ondata di gelo di questi giorni, le operazioni di sghiacciamento degli aerei previste per la mattinata potrebbero essere interrotte per l’esaurimento del liquido disponibile“.

Le operazioni per sghiacciare gli aerei dovrebbero riprendere “regolarmente dopo l’avvenuta consegna del liquido, prevista indicativamente per le 12”. L’aeroporto in ogni caso “rimane regolarmente aperto”, ma per motivi di sicurezza “potrebbero verificarsi nuovi ritardi e cancellazioni di voli fino al ripristino delle scorte”.

Nei commenti le proteste e le lamentele si sprecano, ovviamente, tra chi parla di inefficienza e chi denuncia di essere stato anche 12 ore in aeroporto ad aspettare per un volo poi cancellato oppure di essere stato imbarcato e poi rimandato a casa.

Nel dibattito intervengono anche i gestori del forum “Vola Bologna”, che ricordano la chiusura delle autostrade disposta oggi proprio a causa del ghiaccio e la conseguente difficoltà nei rifornimenti. Senza contare che “le scorte sono servite in tutto questo ultimo periodo durato parecchi giorni di temperature sotto zero”.

La rabbia dei passeggeri però è tanta e a volare in questo caso è anche qualche insulto. Dal cielo alla terra, è invece il Comune di Bologna che rivendica il buon lavoro fatto in questi giorni di neve sulla pulizia delle strade e la regolarità dei trasporti. “Grazie agli autisti di Tper per il loro lavoro speciale sulle strade di Bologna coperte di neve- applaude l’assessore Matteo Lepore- io sto prendendo dei gran bus. In questi giorni, a partire dal coordinamento di Alberto Aitini si sta facendo un lavoro difficile e straordinario. Teniamo botta”.

2 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»