#WakeUpRoma: il 12 marzo nella Capitale l’iniziativa di ‘retake’ più grande di sempre

wake up roma

ROMA – Strappare Roma dal degrado grazie all’orgoglio civico dei suoi cittadini dando vita “al più grande ‘retake’ di sempre”. È l’obiettivo di ‘#wakeupRoma‘ in programma il 12 marzo nella Capitale. L’iniziativa vuole chiamare a raccolta romani e non, per staccare adesivi, cancellare scritte vandaliche e abbellire aiuole e giardini. A lanciare l’iniziativa Luiss Enlabs e l’associazione Retake Roma, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta oggi nella sede dell’incubatore di start up dell’università capitolina e a cui hanno preso parte il presidente di Ama, Daniele Fortini, il fondatore di Luiss enlabs, Luigi Capello, il responsabile di ‘#wakeupRoma’, Alessandra Lepri, il subcommissario di Roma Capitale, Camillo De Milato, e il presidente Confcommercio Roma, Riosario Cerra. L’appuntamento è dalle 9 alle 13 in diverse piazze, dall’Esquilino a Ostia: in particolare piazza di Porta Maggiore, piazza Vittorio Emanuele II, Villa Paganini e piazza Anco Marzio sul litorale romano.

Obiettivo coinvolgere migliaia di cittadini in una mattinata da ‘retaker’: “Supereroi che combattono il degrado con la pettorina al posto del mantello“, spiegano gli organizzatori dell’iniziativa. Ad accompagnare le ‘grandi pulizie’, una serie di eventi tra cui, i pittori anonimi del Trullo, l’orchestra itinerante di Franco Bolognesi, lo scultore Andrea Gandini, il coro di Edoardo Vianello, percorsi culturali e bookcrossing. Tra gli sponsor tecnici c’è anche Ama, che metterà a disposizione uomini, attrezzature e mezzi per coadiuvare i volontari. Ci saranno pure eco-informatori itineranti per spiegare come si fa correttamente la raccolta differenziata.

“Non ci può essere una città pulita e decorosa se non c’è la partecipazione diretta dei cittadini- ha detto il presidente di Ama Daniele Fortini- Le città non si sporcano da sole, c’è l’Ama che deve fare il proprio dovere pulendo in modo preciso ed efficiente ma ogni sforzo dei ripulitori rischia di essere vanificato se non c’è partecipazione dei cittadini. Questa iniziativa è fondamentale perché migliaia di romani si mobilitano per dire ‘mi prendo cura della città, ne ho responsabilità’. Per questo l’adesione di Ama non solo è convinta ma vogliamo essere protagonisti al fianco dei cittadini”.

Retake Roma ha come scopo quello di risvegliare l’orgoglio civico dei suoi cittadini– ha detto Alessandra Lepri- dopo la collaborazione con scuole e università questa volta vengono chiamati a raccolta tutti i cittadini, grazie anche alla collaborazione con Ama, per quello che sarà un grande evento di pulizia e decoro per la nostra città. E per cui siamo certi ci sarà una grande adesione collettiva”.

2 Marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»