AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sardegna

Crisi. Partono i ‘cantieri verdi’ per 418 lavoratori

cantiere lavoroCAGLIARI – “Il nostro obiettivo è far partire i cantieri nel più breve tempo possibile: confidiamo nel ruolo di Anci, Cal e sindacati perché sia consentito ai lavoratori interessati di poter continuare a dare il loro apporto qualificato presso gli enti locali nei quali sono stati utilizzati”. Così l’assessore Virginia Mura, che oggi nella sede dell’assessorato del Lavoro a Cagliari ha incontrato i rappresentanti dell’Anci, del Consiglio delle Autonomie Locali, dei sindacati confederali e dell’Ugl, per illustrare il provvedimento, inserito nella legge finanziaria approvata la settimana scorsa e non ancora pubblicata, che autorizza la spesa di 3 milioni di euro da destinare agli Enti locali per l’attivazione dei cosiddetti ‘Cantieri verdi’.

Sono questi i primi passi per l’avvio di progetti che consentiranno di aprire cantieri comunali destinati ai lavoratori in utilizzo, già percettori di ammortizzatori sociali. I lavoratori interessati sono 418 in tutta la Sardegna (113 in provincia di Nuoro, 113 in quella di Carbonia-Iglesias, 79 nel Medio Campidano, 53 in provincia di Oristano, 48 in quella di Cagliari, 5 in Ogliastra, 4 in provincia di Sassari e 3 in quella di Olbia-Tempio). Mura ha ricordato che i titolari dei progetti sui ‘Canteri verdi’ saranno i Comuni, ma potranno essere predisposti e attuati anche in raccordo con le Aziende sanitarie locali e le amministrazioni provinciali.

02 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988