AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Trivelle, a Cesenatico spunta un grattacielo in mare. M5s: “Ci spieghino cos’è”

cesenatico_grattacielo_trivelle2CESENA – Un “grattacielo marino” ha fatto improvvisamente la sua comparsa di fronte a Cesenatico, località balneare in provincia di Forlì-Cesena. E il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Alberto Papperini, è convinto che sia alla ricerca di combustibili fossili. “I pescatori, gli imprenditori turistici e i cittadini sono molto preoccupati per ciò che sta accadendo sotto i nostri occhi, senza che le istituzioni diano risposte chiare e certe“, lamenta il pentastellato definendo “vaghe” le rassicurazioni fornite dall’attuale primo cittadino Roberto Buda. Fatto sta che “da un giorno all’altro, senza informazione né avvisi, Cesenatico si è svegliata con una megastruttura in mare a 3,5 miglia dalla costa”. Lì secondo l’amministrazione per “fare manutenzione alla Morena I”. Ma per Papperini “le cose stanno diversamente”.

cesenatico_piattaforma_EniInfatti, da giorni il grattacielo marino” si sta spostando “alla ricerca di sacche presenti nel sottosuolo, attraverso carotaggi mirati”. Insomma “altro che manutenzione. Il solo fatto di spostare una struttura del genere ha dei costi enormi e per tale motivo è facile dedurre che le motivazioni non siano solamente la semplice manutenzione di una piattaforma non funzionante da anni”. Papperini nei prossimi giorni presenterà una lettera al sindaco Buda, chiedendo di convocare un’assemblea pubblica con la presenza dei responsabili Eni, che “dovranno spiegarci che cosa stia succedendo di fronte alle nostre coste”.

di Cristiano Somaschini, giornalista professionista

02 febbraio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988