AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lombardia

Cultura, 35.000 eventi in sei mesi per il dopo Expo

MILANO – A ormai tre mesi di distanza dalla chiusura dell’esposizione, Expo 2015 sembra non finire mai, o meglio, per dirla col sindaco, Expo “è finito ma il suo successo continua”. A Palazzo Marino, in una sala stampa gremita, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, accompagnato dal presidente della Camera di Commercio Carlo Sangalli e dall’assessore alla cultura Filippo Del Corno ha presentato “Expoincittà – #MilanoaPlaceToBe”, iniziativa che accompagnerà la vita della città metropolitana quotidianamente durante i sei mesi della XXI Esposizione Internazionale della Triennale (dal 2 aprile al 12 settembre 2016) e durante tutti i fine settimana per quanto riguarda i restanti periodi dell’anno.

milano_cultura

“ExpoinCittà è un altro successo del sistema Milano- dice Pisapia- un format inedito di impatto straordinario sulla capacità di impresa, la creatività e l’innovazione di istituzioni pubbliche e privati. Il lavoro di squadra paga- continua il sindaco- i numeri lo confermano”. La Camera di commercio di Milano parla di 46mila proposte nel calendario durante i sei mesi del 2015, mentre il mese di ottobre ha segnato il picco rispetto ai mesi precedenti. In sostanza 8.000 appuntamenti a maggio, giugno e luglio, 6.000 ad agosto, 7.000 a settembre, mentre ad ottobre Milano e provincia sono state animate da una media di 280 iniziative al giorno, per un totale di 8.700 nell’arco dell’intero mese. Il centro storico è stato scelto per un evento su tre, pari al 35% titale degli eventi, mentre un’iniziativa su due era nelle altre zone dell’area cittadina e una su dieci negli altri comuni dell’area metropolitana.

“Ecco perché- prosegue Pisapia- Comune e Camera di commercio rilanciano. Expoincittà sarà uno strumento strategico per il futuro della città attraverso un coordinamento ancora più stretto e attraverso la semplificazione amministrativa dello sportello unico, con l’obiettivo di rendere Milano sempre viva, piena di proposte e affascinante, il luogo dove essere nel 2016 e negli anni a venire, sette giorni su sette, per i milanesi e per i turisti in arrivo da tutto il mondo”.
Un programma di eventi fitto quello illustrato per voce dell’assessore Del Corno, che spazia dalle mostre ai concerti, passando anche per la finale di Champions League in programma per fine maggio. Le imprese chiedevano che l’iniziativa di Expoincittà non riguardasse il solo 2015 ma fosse resa permanente, con tutta la sua macchina organizzativa: ecco dunque per il 2016 35.000 eventi, 967 spazi adibiti e 8 milioni di visitatori previsti, con una media di 40.000 al giorno tra milanesi e turisti. Per facilitare l’orientamento e la ricerca nelle proposte, le iniziative verranno raggruppate in dieci parole chiave a rappresentare altrettanti filoni tematici: arte, città mondo, feed the planet, kids, media, Milano ceativa, Scienza e tecnologia, solidarietà e no profit, spettacolo, well being.
Soddisfazione anche da parte del presidente della Camera di commercio Sangalli: “Oggi, grazie anche all’esposizione universale, Milano è una città più globale e attrattiva, una città dove esserci anche in futuro e Expoincittà- conclude- dovrà essere lo strumento di marketing territoriale per questa grande sfida”.

di Nicola Mente, giornalista

02 febbraio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988