Migranti, 23.370 sbarchi nel 2018. Nel 2017 furono più di 5 volte tanto: 119.369

Il dato è pubblicato sul report annuale del ministero dell'Interno 'Sbarchi e accoglienza dei migranti'.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono stati 23.370 i migranti sbarcati nel corso del 2018 nei porti italiani, il dato è pubblicato sul report annuale del ministero dell’Interno ‘Sbarchi e accoglienza dei migranti’. Nel 2017, invece, i migranti sbarcati sono stati 119.369.

I porti che hanno registrato nel 2018 il maggior numero di arrivi sono stati quelli della Sicilia: Pozzallo (3.818), Lampedusa (3.468), Catania (2.961), Augusta (2.478), Messina (2.394), Trapani (1.726), Palermo (809), Porto Empedocle (505).

In Calabria al porto di Crotone sono sbarcati 1.032 migranti, mentre a Reggio Calabria 379. In Sardegna a Cagliari nell’anno appena concluso sono arrivati in 176 mentre in Puglia 174.

Significativo è il dato relativo ai minori stranieri non accompagnati che al loro arrivo usufruiscono di maggiori tutele per via dello status. Nel 2017 ne sono arrivati 15.779, mentre nell’anno appena concluso sono stati 3.536.

Secondo i dati del Viminale nel 2018 la nazionalità dei migranti dichiarata al momento dello sbarco riguarda principalmente la Tunisia (5.181), seguita dall’Eritrea (3.320), l’Iraq (1.744), il Sudan (1.619), il Pakistan (1.589), la Nigeria (1.250) l’Algeria (1.213), la Costa d’Avorio (1.068), il Mali (876), la Guinea (810) e altre nazionalità (4.704).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»