"La terra dei fuochi potrebbe essere un marchio di qualità, cibi campani tra i più sicuri" - DIRE.it

Campania

“La terra dei fuochi potrebbe essere un marchio di qualità, cibi campani tra i più sicuri”

 terradeifuochiNAPOLI – “Oggi Terra dei Fuochi potrebbe essere addirittura un marchio di qualità. Non c’è nessun altro posto al mondo dove i terreni e i prodotti della terra siano così controllati, quelli campani sono i più sicuri in assoluto e possono essere consumati, venduti e commercializzati”. La pensa così il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, parlando di dieta mediterranea a un convegno organizzato dal Consiglio regionale campano nella base NATO di Giugliano.

Poziello si dice “soddisfatto” del lavoro che il governatore campano, Vincenzo De Luca, sta portando avanti in Regione per bonificare la Terra dei Fuochi e rimuovere le ecoballe. “Stiamo liberando una vasta area dalle ecoballe – commenta – e contemporaneamente stiamo portando l’azione di contrasto al fenomeno dei roghi tossici a un livello che non c’era prima. A Giugliano abbiamo recentemente arrestato un rom che aveva dato fuoco ai rifiuti, ha ricevuto una condanna pesante. E’ il segnale – sottolinea Poziello – che quando si vogliono combattere delle battaglie i risultati arrivano. Se siamo riusciti quasi ad azzerare il fenomeno dei roghi un motivo ci sarà”.

1 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»