Welfare

Esuberi all’Ilva, Calenda: “Nessuno resterà a casa”

ROMA – Carlo Calenda chiarisce in un tweet la situazione dei lavoratori dell’Ilva. E assicura che non saranno lasciati a casa.

LO SCAMBIO DI CINGUETTII

Nessuno resterà a casa infatti. Chi non passerà a nuova Ilva rimarrà in carico all’amministrazione straordinaria per bonifiche già finanziate per 1 mld”. Lo scrive su twitter il ministro per lo sviluppo economico Carlo Calenda, in risposta a un tweet della deputata Vincenza Labriola (“#Ilva @CarloCalenda qualche mese fa, affermava ‘nessuno resterà a casa’ Oggi più di 4mila #esuberi. #indotto affamato dai #commissari”).

1 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»