AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE abruzzo

Entro novembre bonificata l’area dell’Hotel Rigopiano

ROMA –  Sarà bonificata entro il mese di novembre l’area dell’albergo di Rigopiano distrutto da una valanga che, il 18 gennaio scorso, si è staccata dal Monte Siella. È quanto emerso nel corso della riunione tecnica che si è svolta oggi pomeriggio nella sede di Pescara della Regione Abruzzo e convocata dal presidente Luciano D’Alfonso per avviare le procedure amministrative per i lavori di bonifica del territorio di Rigopiano.

All’incontro, spiega una nota della Regione Abruzzo, hanno partecipato i rappresentanti di Prefettura, Comune di Farindola, Provincia di Pescara, Parco Nazionale del Gran Sasso-Monti della Laga, Consorzio di Bonifica Centro, Arap e Arta. Secondo le stime dei tecnici del Comune di Farindola, che ha provveduto a incaricare una ditta per i lavori di smaltimento delle macerie e del legnatico, l’area da bonificare è complessivamente di 8 ettari.

Il Comune, peraltro, essendo stato inserito nel cratere sismico, potrà ricorrere a procedure speciali per lo smaltimento delle macerie e accelerare così i tempi di bonifica.

“E’ stata una mia precisa indicazione quella di inserire il Comune di Farindola nel cratere sismico- ha ricordato D’Alfonso- per sostenere la comunità farindolese dopo questa tragedia che rimarrà indelebile. In seconda battuta, il mio obiettivo è dare a quei luoghi simbolo della montagna vestina un futuro”.

Nelle procedure di bonifica saranno coinvolti anche i rappresenti del comitato delle vittime di Rigopiano. Il presidente D’Alfonso si è impegnato, infine, anche a individuare nuovi fondi necessari a garantire il miglioramento degli assi viari della zona: riqualificazione del manto stradale delle provinciali Rigopiano-Castelli e Rigopiano-Farindola-Montebello-Penne.

LEGGI ANCHE Rigopiano, recuperati tutti i corpi: la slavina ha fatto 29 vittime. I sopravvissuti sono 11

01 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988