I suggerimenti dell’Oms per cibi più sicuri, prima regola: cuocere bene gli alimenti

cottura alimenti cucinaCinque ‘chiavi’ per accedere alla salute alimentare partendo dai campi per arrivare alla tavola, passando dal negozio fino al frigorifero. Parole d’ordine: semplicita’, chiarezza, scientificita’… Sotto forma di cartoni animati. Questo il progetto messo a punto dall’Organizzazione mondiale della sanita’ per ridurre le malattie trasmesse dagli alimenti.

Poche facili regole valide in tutto il mondo e con un unico scopo: fare attenzione ai microrganismi patogeni che possono nascondersi nel piatto o che spesso proprio noi contribuiamo a far sviluppare. A incoraggiare abitudini e comportamenti corretti e’ un video realizzato dall’Oms con il contributo del ministero della Salute, che mostra con un linguaggio divertente e immediato tutto quello che c’e’ da sapere sull’igiene dei cibi e contro il rischio di contrarre malattie dai sintomi anche gravi come mal di stomaco, vomito, diarrea, febbre e che possono portare addirittura alla morte.

Per evitare tutto questo basta pochissimo. Basta contare sulle dita di una mano le 5 regole chiave per sbarazzarsi di questi esseri cosi’ subdoli. Vediamole da vicino:

– Pulizia come abitudine, iniziando da un gesto facile come lavarsi le mani;
– Separare gli alimenti crudi da quelli cotti, per evitare contaminazioni crociate;
– Cuocere bene gli alimenti per uccidere i microrganismi;
– Tenere gli alimenti alla giusta temperatura per prevenire la proliferazione dei microrganismi;
– Utilizzate solo acqua e materie prime sicure.

Insomma, la catena dell’igiene vede al primo anello i produttori alimentari, ma anche noi possiamo fare la nostra parte con queste regole da applicare in cucina, tutti i giorni.

1 Lug 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»