Nasce governo del cambiamento; Conte ai lavoratori: Fidatevi; Un ministro per i disabili

NASCE IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO

Dopo 88 giorni di trattative nasce il governo ‘giallo-verde’, tra MoVimento 5 Stelle e Lega. Premier Giuseppe Conte, vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, indicati rispettivamente al ministero del Lavoro e dello sviluppo e al Viminale. Sottosegretario alla presidenza del Consiglio il leghista Giancarlo Giorgetti. All’economia andra’ Giovanni Tria, agli Esteri Moavero Milanesi, alla Giustizia Alfonso Bonafede, alla Difesa Elisabetta Trenta. Gian Marco Centinaio guidera’ le politiche agricole, Danilo Toninelli le Infrastrutture, Marco Bussetti l’Istruzione.

IL PREMIER CONTE AI LAVORATORI: FIDATEVI DI NOI

Giuramento, cerimonia della campanella e primo consiglio dei ministri. Il governo si mette in moto a ritmo spedito. Il premier Giuseppe Conte ha incontrato questa mattina i lavoratori della Fedex-Tnt che manifestavano davanti a Montecitorio. “Vi dovete fidare dei ministri, abbiamo messo su una bella squadra, il ministro dello Sviluppo economico è Luigi Di Maio” ha detto il presidente del Consiglio. Tra i primi provvedimenti ci saranno la cosiddetta pace fiscale, la riduzione dei costi della politica, il taglio delle spese per l’accoglienza ai migranti.

UN MINISTRO PER LA DISABILITA’, PARLA FONTANA

Nel governo Conte esordisce un nuovo ministero dedicato a Famiglie e Disabili. A guidarlo un giovane leghista: Lorenzo Fontana, 38 anni, veneto. Tra le prime misure assicura maggiori risorse per aiutare le coppie che vogliono avere figli e per i disabili. “Le persone valgono più dei numeri, bisognerà farlo capire ai vari ministri dell’Economia, in Italia e all’estero. Io mi farò valere”, promette il ministro.

PAPA: LO SPORT INSEGNA GENEROSITA’ E ALLEGRIA

“Generosità, umiltà, sacrificio, costanza e allegria”, ma anche “spirito di gruppo, rispetto, sano agonismo e solidarietà con gli altri”. Sono questi i valori e le virtù di ogni buon sportivo, da testimoniare ai giovani. Ne è convinto papa Francesco, che nel messaggio al Dicastero per i laici, la famiglia e la vita sottolinea che “lo sport è anche un veicolo di formazione”. Per Papa Francesco, riporta il Sir, “è importante portare la gioia trasmessa dallo sport negli oratori, nelle parrocchie e nelle scuole”.

1 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»