Conte giura, è premier. Vice Salvini e Di Maio. Nasce il governo del cambiamento

ROMA – E’ ufficialmente nato il governo del cambiamento. Giuseppe Conte ha appena giurato al Quirinale ed è ora presidente del Consiglio in carica. Dopo di lui giurano i ministri: i primi sono i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio.

GENTILONI LASCIA PALAZZO CHIGI DOPO CERIMONIA CAMPANELLA

Il presidente del consiglio uscente Paolo Gentiloni ha lasciato Palazzo Chigi dopo la cerimonia della Campanella di avvicendamento con il premier Giuseppe Conte. Nelle immagini il saluto della banda dei granatieri di Sardegna.

SALVINI: GOVERNO DURA ALMENO 10 ANNI

“Confesso, emozionato e felice. #governoLega5S #governogialloblu”. Lo scrive su twitter Matteo Salvini.

“Non abbiamo fatto un passo indietro ma due passi avanti. Perche’ abbiamo Savona alle politiche comunitarie e un ministro che va d’accordo con lui all’economia”, dice il ministro dell’interno Matteo Salvini lasciando il Quirinale salutato da molti sinpatizzanti. Quanto dura il governo? “Almeno 10 anni“, risponde.

DI MAIO: “AL LAVORO PER CREARE LAVORO. DOMANI FESTA CON GRILLO”

“Una giornata di grande emozione, ora ci mettiamo al lavoro per creare lavoro, per chi non ce l’ha, per chi ce l’ha ma non ha dignità, per chi oggi lo dà, gli imprenditori, e per chi invece in questo Paese ha lavorato una vita e ancora deve andare in pensione. Questo è il mio impegno, al lavoro per creare lavoro”. Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo economico e del Welfare, lo dice uscendo dal Qurinale fresco di giuramento.

“A Casaleggio ieri ho dedicato questa vittoria, il movimento al Governo, ci abbiamo lavorato tanto, e insieme a questo si aggiunge un grazie di cuore a Beppe Grillo a cui non dedico la vittoria perché è con noi ma lo incontrerò domani per godercela insieme”.


IL GOVERNO GIALLO-VERDE

Lo chiamano il governo ‘giallo-verde’ dall’unione dei colori dei due partiti che ne fanno parte: MoVimento 5 Stelle e Lega. Luigi Di Maio e Matteo Salvini, infatti, dopo la lunga attesa per il contratto di governo e dopo il primo fallimento del governo Conte, finalmente hanno raggiunto l’obiettivo: dare all’Italia il governo del cambiamento. Nella serata di ieri, infatti, il Presidente della Repubblica ha affidato a Giuseppe Conte l’incarico di formare un governo. 

“Lavoreremo intensamente per realizzare gli obiettivi politici anticipati nel contratto di governo, lavoreremo con determinazione per migliorare la qualità della vita di tutti gli italiani”. Queste le parole del neopremier Giuseppe Conte, dopo aver elencato la lista dei ministri.

Leggi anche:

ECCO TUTTI I MINISTRI

  • Economia: Giovanni Tria (Lega):
  • Esteri: Moavero Milanesi.
  • Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S).
  • Difesa: Elisabetta Trenta (M5S).
  • Politiche agricole: Gian Marco Centinaio (Lega).
  • Infrastrutture: Danilo Toninelli (M5S).
  • Istruzione: Marco Bussetti (Lega).
  • Beni culturali: Alberto Bonisoli (M5S).
  • Salute: Giulia Grillo (M5S).
  • Ambiente: generale Sergio Costa.
Ministri senza portafoglio:
  • Politiche comunitarieprof. Paolo Savona.
  • Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta: Riccardo Fraccaro (M5S).
  • Pubblica amministrazione: Giulia Bongiorno (Lega).
  • Affari regionali: Erika Stefani (Lega).
  • Sud: Barbara Lezzi (M5S).
  • Famiglia e disabili: Lorenzo Fontana (Lega).

Ti potrebbe interessare:

1 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»