San Marino

Riformisti, pressing Psd-Su per lista unica ma il Ps non ci sta

Palazzo San MarinoSAN MARINO – Psd e Su accelerano sul convolare in una lista unica ma il Ps frena e così il tavolo riformista traballa. Una nota congiunta di Partito socialista, Partito dei socialisti e democratici e Sinistra unita riferiscono gli esiti della resa dei conti avuta tra le tre attori principali della costituente riformista ieri sera: sul tavolo la politica delle alleanze e il contenitore unitario delle tre forze.

“Dopo ampio e approfondito dibattito- spiega la nota congiunta- sono emerse sensibilità differenti“. Ovvero, Psd e Su risultano “orientate a perseguire la via dell’unità delle sinistre, attraverso la costruzione di una forza unitaria e la formalizzazione dell’impegno a presentarsi nella medesima lista in occasione della prossima consultazione elettorale”.

Frena invece a riguardo il Ps, “propenso ad andare avanti con un percorso più cauto e graduale, che possa rappresentare la piena condivisione delle rispettive basi, che inizi a verificare il nuovo e futuro quadro delle alleanze e che, almeno per ora, non preveda il vincolo della lista unica“.

In particolare, il partito di Alessandro Mancini, “nel ribadire forte attenzione agli sviluppi del progetto della Costituente- continua la nota- in questa fase ha manifestato l’intenzione di mantenere una maggiore autonomia sul piano politico“. Al termine dell’incontro, “preso atto delle diverse posizioni emerse”, solo “Psd e Su hanno confermato la volontà di continuare il progetto della Costituente dei Riformisti– conclude il testo- che nelle prossime settimane vedrà un’ulteriore evoluzione con la presentazione pubblica della Carta dei Valori di riferimento e la conferma dell’obiettivo finale del soggetto unitario”.

1 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»