AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Al via ‘BiciScuola’, studenti italiani al Giro d’Italia

ROMA – Si parla di sport, di cibo, di educazione stradale e di rispetto per gli animali al Ministero della Pubblica istruzione. Questa mattina nella sede del Miur, per il 14mo anno consecutivo, è stato presentato ‘BiciScuola’, il progetto a cura di Rcs. L’iniziativa, anche in questa edizione, coinvolgerà 100mila ragazzi tra i 6 e gli 11 anni, durante il giro d’Italia in programma dal 9 al 31 maggio. BiciScuola prevede una fase di lavori in classe, su tre temi didattici ed un’altra ‘sul campo’ durante la corsa a tappe. In quell’occasione le classi vincitrici coi migliori elaborati verranno invitate a essere premiate sul palco ufficiale e vivranno una giornata al giro.

Tra i partner del progetto: Expo 2015 e il Wwf, che ha ideato e creato la mascotte della Corsa rosa: Il lupo Wolfie, ‘l’animale italiano per eccellenza’. Il lupo di peluche è stato regalato ai bambini presenti alla conferenza stampa – occasione in cui è stato esposto il trofeo del giro con tutti i nomi dei vincitori dal 1909 a oggi – ed è stato spiegato loro il rispetto per questa specie animale a rischio estinzione. “Siamo felici della partnership con il Giro d’Italia – ha dichiarato Sergio Savoia, direttore del programma Alpi europeo del Wwf – il nostro legame con la corsa si poggia su 3 pilastri: migliorare la sostenibilità ambientale del giro, proteggere il lupo e diffondere nelle nuove generazioni la cultura e il rispetto tra uomo e lupo”.

Obiettivo di BiciScuola è anche diventare un progetto sempre più digitale anche grazie a Mystudio, la piattaforma multimediale integrata sviluppata da Rcs education. Attraverso Mystudio, insegnanti e studenti iscritti al progetto potranno accedere a materiali aggiuntivi e contenuti inediti.
“Un’iniziativa importante – ha detto il ministro alla Pubblica Istruzione, Stefania Giannini – che mette in evidenza la volontà di questo Governo di fare dello sport una presenza strutturale all’interno della vita dei nostri ragazzi a partire dalla scuola. Lo sport, l’alimentazione corretta e l’educazione ambientale è uno degli strumenti perchè si possa crescere in modo sano con un rapporto adeguato con se stessi e con l’ambiente che ci circonda. Viva il giro d’Italia!”.

01 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988