AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Zingaretti presenta ‘Open data’: “Ora il Lazio apre tutti i cassetti”

N. Zingaretti

N. Zingaretti

ROMA – “Da oggi tutti i dati della Regione Lazio, quelli che sono nei cassetti, saranno pubblici. L’apertura dell’Open Data significa questo: raccogliere tutte le banche dati sulla spesa, sulla sanità, sui lavori pubblici, sui dati demografici, che da oggi iniziano a essere pubblici e a disposizione dei cittadini, con 151 dataset già scaricabili che entro fine anno diventeranno 300. Questo è un fatto molto importante, innanzitutto perché è uno di quegli anticorpi di cui spesso si parla per la legalità, perché avere conoscenza di quello che accade serve per prevenire è per essere vigili su tanti temi”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presentando il portale Open Data al Macro di via Nizza.

“È una grande opportunità per crescere, perché conoscere i dati e le banche dati permette a tanti di elaborarli, di inventare nuove app, migliorare la qualità dei servizi, lottare contro la burocrazia e soprattutto un modo di mettere la pubblica amministrazione al servizio dei cittadini- ha spiegato Zingaretti- perché ovviamente ascolteremo suggerimenti, daremo chiarimenti e avremo opportunità di cambiare. Spesso non si sa perché non si vuole far sapere, noi invece non solo non abbiamo paura della trasparenza, ma apriamo il portale Open Data perché sappiamo che rendendo pubblici i dati si può aggredire questo tema e stimolare la pa a migliorare. La sfida è ricostruire un rapporto tra cittadino e Stato”.

La novità verrà spiegata a cittadini e amministrazioni locali tramite un tour informativo ad hoc: “Il 9 aprile, con la prima tappa a Formia, partirà il Data Lab Lazio Tour: andremo nei territori per spiegare e parlare con i cittadini, i sindaci, le pubbliche amministrazioni per dire ‘Ora basta, è il tempo di credere in questo strumento tecnologico per cui tutto deve essere accessibile e conosciuto’. Per il Lazio- ha concluso il governatore- è una incredibile e straordinaria rivoluzione che si inserisce nell’agenda digitale del Lazio. Alcuni giorni fa abbiamo lanciato l’obiettivo banda larga, oggi la presentazione del portale è un altro tassello di questa agenda digitale che va avanti“.

01 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988