Elezioni, Battistoni (Fi): "Serve un fisco più giusto"

Lazio

Elezioni, Battistoni (Fi): “Serve un fisco più giusto”

ROMA – La situazione attuale per quel che riguarda il fisco dice che, “un giorno qualcuno si può presentare alla porta di un cittadino e dirgli che non ha pagato l’Imu. E se quest’ultimo non si è conservato il bollettino è costretto a ripagare l’imposta“. Non solo, “se l’Agenzia delle entrate ti chiede dei soldi in più perchè il tuo stile di vita secondo loro è superiore al tuo reddito, a meno che tu non riesca a dimostrare il contrario, sei costretto a saldare”. A questo proposito, “noi vogliamo far percepire lo Stato come più giusto e amico. E questo sarà possibile con l’abolizione dell’inversione dell’onere della prova fiscale che metteremo in atto quando andremo al Governo”. A sostenerlo è Francesco Battistoni, candidato di Forza Italia al Senato nel collegio di Viterbo e Civitavecchia. “L’Agenzia delle entrate- ha aggiunto Battistoni- formula le proprie condanne e le proprie pretese su ipotesi. Al cittadino l’onere di dimostrare il contrario. Con la misura che abbiamo nel nostro programma andremo a ripristinare le parti e avremo un’Agenzia delle entrate vicina al contribuente“. “Gli italiani- ha concluso il candidato del centrodestra- sono un popolo che risparmia e paga le tasse. Se però ti vengono imputate alcune cose e tu sei sicuro di aver fatto il tuo dovere resti sconcertato. Questi provvedimenti invece vanno nella direzione di migliorare il rapporto tra Stato e cittadino”.
1 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»