AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sicilia

Faraone chiude la Leopolda siciliana: siamo il Pd della gente che cambia il centrosinistra (VIDEO)

faraone leopolda2“Siamo un’altra cosa, siamo di piu'”. Davide Faraone chiude la due giorni palermitana di Leopolda sicula invocando il cambiamento. Del Pd, del centrosinistra. Il sottosegretario all’Istruzione nell’intervento finale della manifestazione da lui voluta e organizzata ne fa orgoliosamente il consuntivo: “Il Pd e’ andato oltre, tra la gente e cittadini. Abbiamo costruito- dice l’esponente del Pd- un modello che deve servire al Pd. Se ascoltassimo chi ci suggerisce di parlare solo con chi ci ha sempre votato, con chi vede nell’allargamento una questione legata ai gruppi dirigenti, non andremmo da nessuna parte. Chi crede che l’offerta del nostro Pd sia la stessa di quello di Bersani, sbaglia. Quel partito non c’e’ piu’. Siamo un’altra cosa. Siamo di piu’. Cambiano le parole d’ordine per concepire la sinistra. Stiamo rompendo i totem che hanno impedito a questo paese di fare dei salti in avanti. Stiamo cambiando il centrosinistra in meglio, aprendo le porte del Pd”.

Faraone supera di slancio anche le polemiche, e ricuce con Crocetta dopo la tensione degli ultimi giorni: “Crocetta stai tranquillo, sereno non si usa piu’… Qui nessuno ha voglia di far nascere progetti alternativi a questo governo regionale. In questa Regione abbiamo sempre avuto solo il campo dell’assistenzialismo. Il problema e’ di cosa te ne fai dei fondi che chiedi a Roma. Stiamo costruendo una classe dirigente nuova, a cui chiedo di continuare a metterci la faccia. Siamo la Sicilia del cambiamento. Non siamo una corrente, siamo oltre le correnti”.

sicilia 2.0

E ancora: “Questo governo Crocetta Ter nasce da una volonta’, da un impegno enorme in cui tutti ci hanno messo la faccia, da Renzi, a Del Rio, a Faraone. Qui crediamo in questa squadra di governo”. La questione del buco di bilancio di 3,5 miliardi di euro resta forse il tema principale: “Ma e’ un bilancio finalmente reale- continua Faraone- Qui in passato la classe dirigente metteva entrate fittizie per garantirsi le uscite, un sistema che ha lasciato un fardello enorme, un debito enorme che siamo chiamati a colmare”.

 

faraone leopolda

“Abbiamo deciso di smettere di fingere e pulire il bilancio- conclude Faraone- stiamo facendo un’operazione di salute pubblica. Abbiamo 22 miliardi di fondi comunitari, sempre utilizzati male. Ora abbiamo il dovere di costruire percorsi virtuosi”.

 

 

di Erika Primavera e Mario Piccirillo

01 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988