Il Niger rifiuta i militari italiani? "Governo nigerino non informato da Roma sulla missione" - DIRE.it

Mondo

Il Niger rifiuta i militari italiani? “Governo nigerino non informato da Roma sulla missione”

ROMA – Il governo di Niamey non è stato consultato né informato dall’Italia della missione in Niger approvata dal parlamento di Roma il 17 gennaio: la tesi, avanzata dall’emittente ‘Radio France Internationale’ (Rfi), è rilanciata in questi giorni a Parigi su social media, portali e blog.

La ricostruzione è comparsa da ultimo su ‘Zone Militaire Opex360.com’ con il titolo ‘Il Niger rifiuterebbe il dispiegamento di militari italiani sul suo territorio’. Citata Rfi e le sue “fonti anonime dell’esecutivo di Niamey”.

La tesi è che il Niger avrebbe appreso del dispiegamento del contingente italiano da un lancio dell’agenzia di stampa ‘France Presse’. “Non siamo stati consultati né informati” avrebbe detto un esponente governativo a Rfi. E ancora: “Abbiamo detto agli italiani attraverso il nostro ministro degli Esteri che non siamo d’accordo”.

La Francia mantiene legami stretti e influenza nelle sue ex colonie del Sahel, tra le quali il Niger ha ruolo e posizione centrale. La missione italiana è stata predisposta nel quadro, condiviso da Parigi, di un sostegno europeo alle forze africane del gruppo G5 Sahel. Più fonti di stampa, però, hanno evidenziato una concorrenza o addirittura una possibile rivalità tra Italia e Francia.

1 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»