AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Incidente mortale a Borgo Maggiore, Csu parte civile

SAN MARINO – Le organizzazioni sindacali sammarinesi esprimono cordoglio per la scomparsa di Moris Gjezi, autista albanese, residente a Murata, vittima di un incidente mortale sul lavoro. Gjezi, dipendente dell’azienda di trasporti Beccari Sr, martedì scorso ha perso la vita nel tratto della superstrada di Borgo Maggiore, mentre era alla guida di un mezzo pesante per il trasporto di rifiuti solidi urbani. “La Csu- riferisce in una nota- si stringe ai congiunti e familiari del giovane lavoratore deceduto e si appella alla magistratura affinché faccia piena luce sull’accaduto”. In particolare, “nell’indagine avviata- prosegue il sindacato- la Centrale Sindacale Unitaria si appella fin d’ora alla magistratura affinché faccia piena luce sulla dinamica dell’incidente e accerti fino in fondo se alla base di quanto accaduto vi fossero eventuali responsabilità”. La Fli-Csu inoltre fa sapere di aver avviato, negli uffici competenti, una prima verifica per accertare se il giovane lavoratore, fosse stato assunto con regolare permesso di lavoro. Infine, la Csu annuncia che attraverso i suoi legali si costituirà parte civile nel procedimento giudiziario che seguirà. Anche l’Unione Sammarinese dei Lavoratori esprime tutta la propria vicinanza alla famiglia dell’autista scomparso. “Ogni infortunio mortale sul lavoro resta inaccettabile- scrive infine Usl- e induce a riflettere sulla necessità di sviluppare la cultura della prevenzione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro“.

01 febbraio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988