AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Fotomontaggio Banca centrale con bandiera Isis, il Governo fa partire esposto

SAN MARINO – Non si scherza su Banca centrale: il congresso di Stato punta il dito contro un fotomontaggio pubblicato nei giorni scorsi dalla testata on line sammarinese Giornale.sm. L’immagine in questione mostrava una sventolante bandiera nera, riconducibile allo Stato islamico, sull’istituto di via del Voltone. L’associazione, fatta quasi in concomitanza con la nomina del nuovo presidente di Bcsm, Wafik Grais, non è stata affatto gradita all’esecutivo. Così si è proceduto con delibera a dare mandato all’Avvocatura di Stato per la presentazione di un esposto in tribunale.

San Marino_banca centrale“Il Congresso di Stato- recita la delibera 41 del 18 gennaio scorso- preso atto dell’avvenuta pubblicazione sul sito ‘giornale.sm’ di un fotomontaggio che appare lesivo dell’immagine della Repubblica e di una sua istituzione, Banca Centrale della Repubblica di San Marino, nonché della loro onorabilità, associando l’immagine della predetta istituzione al fenomeno terroristico dello Stato Islamico (Is), dà mandato all’Avvocatura dello Stato di presentare alla magistratura un esposto al fine di valutare la sussistenza di eventuali ipotesi di reato con riferimento alla condotta indicata nel preambolo“.

Il direttore della testata coinvolta, Marco Severini, ne difende la pubblicazione, ritenendo il fotomontaggio al pari di una vignetta satirica. E per tutta risposta, fa sapere di aver dato mandato ai suoi legali di fissare un colloquio a Strasburgo con il commissario dei Diritti umani del Consiglio d’Europa, Nils Muiznieks.

01 febbraio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988